ED in primaED Sport

Taiwan Excellence: tie break amaro con Piacenza

di Marina Bassano, foto Marika Torcivia –

Taiwan Excellence Latina – Wixo Lpr Piacenza 2-3 (25-21, 25-20, 22-25, 19-25, 12-15)

Non si è ancora spento l’eco della vittoria casalinga contro Civitanova di domenica scorsa, che la squadra di Di Pinto scende di nuovo in campo al Palabianchini per la quinta giornata del campionato Superlega UnipolSai contro Piacenza, reduce dal netto 3-0 rimediato nell’ultimo turno in casa di Modena.

Altissimo il morale in casa Latina, dopo la gara perfetta che è valsa 3 punti tondi contro una delle formazioni più blasonate del nostro campionato. In un Palabianchini purtroppo non gremito, Piacenza di presenta con molti volti noti al pubblico di casa: Loris Manià, Viktor Yosifov e Alessandro Fei, protagonista dell’ultimo campionato con la maglia biancoblù.

La vittoria da tre punti ha fatto risalire in classifica la formazione di casa, che si è portata a ridosso delle big del campionato.

Il primo set parte con una fase di studio delle due squadre, che si concretizza in una parità iniziale, di cambio palla da entrambi i lati. Il primo break è a favore Latina dopo un errore in attacco di Yvan Arthur Kody sull’8-6, break immediatamente annullato da Simone Parodi. Altro break pontino sul 12-10 con successivo timeout di Alberto Giuliani con un muro di Gitto proprio su Parodi. Al rientro in campo Savani sfodera un ace dei suoi e il vantaggio diventa di 3 lunghezze. Un muro su Maruotti e un attacco out di Starovic segnano il ritorno di Piacenza che accorcia 12-13. Il piede sull’acceleratore lo mette ancora Savani con due pipe per il 16-13. Piacenza chiama il secondo timeout sul 19-15 per gli avversari dopo un banale errore diretto in contrattacco di Aimone Alletti. Sono ancora 4 le lunghezze di margine di Sottile e compagni sul 22-18, con Maruotti che mette a terra un contrattacco importante. Fei attacca out e consegna il set point ai padroni di casa sul 24-20, set chiuso da un attacco dal centro di Rossi sul sul 25-21.

Il secondo parziale vede la Taiwan Excellence mettere il naso davanti nel punteggio sull’8-5 con Starovic e muro di Rossi su Fei. Parodi ricuce lo strappo, con una digonale punto in attacco e un ace (8-8). Ancora parità sull’11 pari, dopo un’azione lunghissima chiusa da Fei. Giuliani richiama i suoi sul 13-11 dopo un servizio insidioso di Starovic finalizzato da Gitto. Stavolta è Yosifov a pareggiare per Piacenza, con un attacco potentissimo e un muro senza replica su Gitto. Il sorpasso sul 15-14 con annesso parziale di 3-0 per gli ospiti porta la firma di Fei, e Di Pinto chiama timeout. Un ace di Fei al ritorno in campo fa andare per la prima volta nel match Piacenza avanti di due, prontamente ripresi sul 16 pari. Savani pennella un attacco imprendibile dietro al muro piacentino per il 19-18. Le Goff a muro sbarra la strada ad Alletti in un momento importante, e Savani usa al meglio le mani del muro avversario in contrattacco: Giuliani sul 19-22 deve chiedere timeout. Rossi ci mette l’ace, Starovic il muro su Fei, e il set ball è servito. 25-20 grazie all’errore dai 9 metri di Trevor Clevenot.

Avanti ancora la Taiwan Excellence in apertura terzo set 4-1, contro break ospite con Parodi che pareggia sul 4 pari. Tanti errori dalla linea di battuta per Piacenza, nonostante questo le formazioni sono ancora in parità (8-8). Fase di side-out regolare per entrambe, con Sottile che si appoggia quasi esclusivamente a Starovic. Parodi firma il break sul 14-12 e Di Pinto chiama il primo timeout. Il muro piacentino inizia a leggere bene le intenzioni di Sottile, e gli attaccanti fanno più fatica a mettere palla a terra. Savani e Maruotti annullano il break, e pareggiano il punteggio (15-15). Ancora 2 punti di vantaggio guadagnati da Piacenza con Yosifov al servizio sul 18-16; altro timeout Latina sul 21-18 dopo due errori consecutivi di Starovic, non aiutato dalla ricezione pontina abbastanza sofferente. L’errore di Maruotti al servizio consegna il set a Fei e compagni, con il parziale di 25-22.

3-0 Piacenza all’inizio del quarto parziale, sull’inerzia del set precedente. La squadra ospite gioca ora con maggior scioltezza, e Michele Baranowicz varia molto il gioco su tutti i suoi attaccanti, dando pochi riferimenti al muro di casa. Savani manda out un attacco in parallela e sul 6-9 Di Pinto ferma il gioco. Latina fatica in cambio palla e Piacenza al contrario trova le soluzioni giuste in attacco. Sale di livello la prestazione di Fei che firma il 13-9. Yosifov fa male al centro con una palla spostata che va a terra con regolarità. Latina si spegne piano piano, con Starovic che manda a rete un pallonetto e le pipe di Maruotti e Savani che vengono murate: 19-12 è il massimo vantaggio per gli uomini in maglia rossa. Il set ha poco da aggiungere, Piacenza conserva il vantaggio accumulato nella fase centrale e si conclude con l’errore di Savani al servizio, 25-19 il parziale. Si va al tie break.

Baranowicz continua a servire i suoi attaccanti centrali, immarcabili per il muro pontino: 2-1 con Alletti. Il muro piacentino invece funziona benissimo: Savani viene bloccato sul 4-2. E’ un momento in cui esce tutto ai ragazzi di Giuliani, e Clevenot mette a terra un pallone sporco per il 6-3 che costringe Di Pinto a chiamare timeout. Pesante il parziale dopo l’errore di Maruotti in attacco: 9-4 per gli ospiti. Rossi ferma Yosifov dopo quasi un set intero, per il meno 3 Latina (7-10). Gitto con un muro su Clevenot accorcia le distanze portando i suoi sul 9-11 e costringendo al timeout la panchina di Piacenza. L’ace di Baranowicz riporta a 3 punti il distacco tra le due formazioni, e l’errore di Savani consegna la vittoria alla LPR. (15-12)

Ancora una gara dai due volti per la Taiwan Excellence, incapace di chiudere una partita largamente condotta nei primi due set, e con un calo vertiginoso nel quarto, quando ha lasciato campo libero a Piacenza senza opporre resistenza e senza riuscire a fermare Yosifov e Clevenot (MVP del match), terminali cardine del gioco di Baranowicz.

Starovic è apparso stanco dopo aver retto sulle sue spalle quasi tutto l’attacco, e le soluzioni di attacco si sono fatte via via più complesse per la squadra di casa. Savani non è riuscito a ripetere la prestazione di domenica in battuta, e Maruotti ha faticato di più rispetto alle precedenti uscite. Grande prova di Yosifov e Alletti per Piacenza, che dal terzo set hanno messo in crisi la lettura del muro pontino.

Poco tempo per ricaricare le energie, domenica la Taiwan Excellence è di scena sul campo difficile di Vibo Valentia, dove affronta la Tonno Callipo. 

Previous post

Potere alle Storie. Primo festival della Narrazione. Tema "Il Calcio"

Next post

Anniversario del 4 novembre, le celebrazioni a Latina

Marina Bassano

Marina Bassano

Redattrice