ED in primaED Sport

Taiwan Excellence Latina, al Palabianchini passa Trento

di Marina Bassano –

Taiwan Excellence Latina – Diatec Trentino 1-3 (25-21, 20-25, 18-25, 18-25)

 

Archiviata la Coppa Italia e il turno fuori casa nel tempio della pallavolo, è la volta del turno infrasettimanale per la 8 giornata di ritorno del campionato Superlega UnipolSai di pallavolo maschile per la Taiwan Excellence Latina, che al Palabianchini affronta la Diatec Trentino.

Coach Lorenzetti sceglie di lasciare in panchina in avvio Luca Vettori, come già successo nell’ultima gara, e di schierare Filippo Lanza nel ruolo di opposto, dopo la sconfitta casalinga per 3-0 subìta con Perugia.

Latina viene dalla sconfitta con lo stesso punteggio contro Modena, in una partita che ha visto per due set i pontini costringere la Azimut ai vantaggi; ciò non è bastato ai fini del risultato finale, confermando il cattivo trend fuori casa.

Il primo set inizia con Latina che parte bene, 5-2 il parziale con un muro di Le Goff su Kovacevic seguito dall’immediato timeout di Angelo Lorenzetti. Trento con Nicolas Hoag approfitta di una ricostruzione non perfetta dei padroni di casa e si avvicina sul 7-8. Ishikawa protagonsita di questa prima parte di match, con un paio di attacchi vincenti e una palleggio smarcante per Starovic che segna il break: 13-10. E’ ancora Starovic che mette fine ad un’azione lunga e avvincente con un attacco che va a toccare il muro avversario e che regala il 14-10 a Latina e il secondo timeout a Lorenzetti. Latina gioca bene, guidata da un Sottile ispirato, e vola sul 19-13. Trento inizia inevitabilmente a forzare e a concedere qualche errore diretto, ma nella parte finale, come già visto, la Taiwan si rilassa troppo e permette il ritorno degli avversari: sul 23-19 Di Pinto ferma il gioco. Ci pensa Starovic a guadagnarsi il set point e Ishikawa chiude sul 25-21.

Il secondo parziale inizia con Trento che batte bene, mettendo in difficoltà la ricezione avversaria, che subisce il servizio di Hoag, e sul 7-3 Di Pinto si vede costretto a chiamare timeout. Savani punge dalla seconda linea ma Simone Giannelli mette a terra l’ace del 10-5. Savani mette per due volte le “mani in faccia” a Filippo Lanza bloccando con due muri imperiosi gli attacchi dell’opposto trentino e Latina torna a ridosso del punteggio avversario: 11-13 e timeout Lorenzetti. Al rientro in campo Rossi ci mette l’ace e Le Goff su alzata a una mano di Sottile fa il 13-14.  Aidan Zingel mura Starovic e Trento si riprende i 3 punti di vantaggio sul 17-14. Errore diretto di Rossi su incoprensione con Sottile e i punti di distacco diventano 4: 16-20 e timeout Di Pinto. Altro punto diretto in battuta per gli ospiti con l’ace di Kovacevic e Trento può andare al set point sul 24-18. Chiude un attacco di Kovacevic sul 25-20.

Il terzo set si apre all’insegna della parità, fino al break firmato Savani-Starovic dopo una difesa di piede di Rossi: 12-9 e timeout Trento. Altro timeout a distanza di un punto: al rientro in campo Lanza spara out e Lorenzetti richiama i suoi. Con il muro di Eder Carbonera gli ospiti si portano a due lunghezze, e stavolta a chiamare timeout è la panchina di Latina (13-11). Muro e ace le armi di Trento, che si appoggia a questi fondamentali per rimettere i parità il set: 14 pari. Hoeg mura Ishikawa e Trento passa avanti, Vettori appena entrato mette a terra l’ace del 17-15 e Di Pinto deve chiedere il secondo timeout. Kovacevic attacca per il 20-16, e Zingel va a colpire Maruotti per l’ace del 22-17. La Taiwan ha tirato i remi in barca da un po’, e Hoeg può chiudere il set 25-18. Ben 3 muri e 4 ace per Trento nel parziale.

2 ace di Kovacevic aprono il quarto set e mandano subito avanti Trento, subito ripresa nel punteggio da Starovic che restituisce l’ace sul 3 pari. Il set attraversa una fase di cambio palla regolare da entrambe le parti, il primo break lo fa la Taiwan con Starovic che realizza il 12-10 e Lorenzetti chiama timeout. Il punteggio è ancora in parità sul 13 pari dopo l’attacco vincente di Kovacevic. un ace fortunoso che si arrampica su net regala il vantaggio a Giannelli e compagni, e ancora Kovacevic pizzica le mani del muro di casa per il più 2. Timeout per la panchina di Latina sul 14-16. Trento non concede più e con Hoeg si porta sul 19-16 costringendo Di Pinto ad un altro tempo. Trento macina punti con Vettori al servizio e Latina non può costruire; Zingel mura Ishikawa e manda i suoi al set point che Kovacevic chiude sul 25-18.

Un’altra partita che svela un copione già visto, di una squadra che regge la gara alla pari ma non sa unirsi e mettere in campo qualcosa in più nei momenti di difficoltà, che dal servizio raccoglie sempre troppo poco, e che con ricezione non positiva ha troppe difficoltà a mettere palla a terra. Stasera proprio la ricezione è la nota più negativa, arrivando a toccare il minimo del 27% di positività.

Trento è riemersa dalle ceneri del primo set, giocato davvero male, crescendo nei fondamentali di muro e servizio che hanno portato alla fine rispettivamente 11 e 10 punti. Hoeg e Kovacevic i migliori dei trentini, 17 e 20 punti alla fine per gli attaccanti.

Domenica di nuovo in campo per la 9 giornata a Ravenna, in un campionato che si avvicina alla fine, con 5 giornate da disputare e Latina che resta lontana dalla zona attiva della classifica: l’ottavo posto utile per la qualificazione playoff è lontano ben 8 punti.

Previous post

Femminicidi a Latina: “due colonne in cronaca” e scoop in prima pagina

Next post

Alla Feltrinelli di Latina, Laura Scanu presenta il suo libro sul femminicidio.

Marina Bassano

Marina Bassano

Redattrice