ED in primaED Sport

La Taiwan Excellence Latina liquida Vibo in 3 set

di Marina Bassano –

Taiwan Excellence Latina – Tonno Callipo Vibo Valentia 3-0 (25-23, 25-17, 25-20)

Anticipo della sesta giornata del girone di ritorno in programma al Palabianchini, di fronte la squadra di casa contro la Tonno Callipo di coach Marcelo Fronckowiak.

Latina torna a giocare in casa dopo due turni lontano dalle mura amiche: la prima a Civitanova, partita terminata con un perentorio 3-0 in favore dei marchigiani; la seconda frutta un punto prezioso al Palabanca, contro una Piacenza che nel turno precedente aveva fermato al tie break addirittura la Azimut Modena.

Vibo dal canto suo viene da due tie break casalinghi consecutivi: uno perso con Monza e uno vinto con Castellana Grotte.

Ace di Benjamin Patch, opposto di Vibo, per il 3-1 iniziale; Rossi mura l’ex Pieter Verhees e pareggia i conti. Altro muro di Maruotti, stavolta su Francois Lecat per il 6-5. Savani spara forte sulle mani out del muro avversario e manda i suoi sul 9-7, vantaggio che diventa di 3 punti quando Le Goff mura altissimo un attacco di Patch. Timeout Vibo. Al ritorno in campo il centrale francese di Latina fa doppietta e intercetta a muro l’attacco da seconda linea di Jacopo Massari. Lecat ci mette l’ace: 9-11. Break Vibo con Massari al servizio, Maruotti è in difficoltà e gli ospiti si fanno sotto (13-14). A ristabilire le distanze ci pensa proprio Maruotti, con l’ace che vale il 17-14. Timeout per la panchina di casa sul 17 pari, dopo un break 3-0 Vibo, con Manuel Coscione al servizio. Sorpasso della squadra calabrese su un muro ai danni di Savani, con mancata copertura sul 19-18. Fase calda del set che si gioca punto su punto, Fronckowiak chiama timeout sul 21-20 Latina. Maruotti tira fuori una magia su palla difficilissima contro muro a 3: 23-21 Latina. Sul 24-23 Di Pinto ferma il gioco e chiama il secondo timeout, che funziona bene perchè al rientro in campo Verhees sbaglia la battuta e consegna il set a Sottile e compagni. 25-23.

Il 3-1 del secondo parziale è per Latina, con l’ace di Savani che decide il primo timeout del set per Vibo. Shoji alza un pallone perfetto da fondo campo per Starovic che capitalizza il punto per l’8-6. L’errore diretto di Deivid Costa e l’ace di Starovic mandano le due squadre al secondo timeout ospite sul punteggio di 11-7. Sottile inventa per Maruotti che non se lo fa ripetere due volte e attacca per il 16-11 e subito dopo mette a terra un ace. Sottile in questo set manda sempre o quasi gli attaccanti a giocare contro il muro a uno e il gioco è facile: 19-14 il parziale. Vibo prova a forzare il servizio con Patch ma l’opposto statunitense non riesce nell’intento. Massari viene murato da Rossi per il set point, che Starovic chiude sul 25-17. Poche cose buone messe in campo dalla Tonno Callipo in questo parziale, di fronte a una cinica squadra di casa.

Tre muri per iniziare il terzo parziale sul 3-0: uno di Le Goff e due di Savani che ferma Patch. Vibo cambia il palleggiatore per provare a cambiare le traiettorie di alzata e disorientare il muro pontino che stava creando non pochi problemi agli attaccanti calabresi: dentro Marco Izzo per Coscione, ma solo Patch continua a trovare spiragli utili in attacco e manda i suoi a meno due sul 7-9. Non trova il ritmo dai nove metri la squadra di Fronckowiak e colleziona due turni consecutivi con errori diretti: timeout per la panchina ospite sul 12-9 Latina. Buon turno al servizio invece per Maruotti, che con un ace e qualche buona battuta manda i suoi sul 15-10. Break importante Vibo che mette a terra 3 punti consecutivi, l’ultimo dei quali un muro imperioso di Patch su Savani, costringendo Di Pinto a chiamare timeout sul 15-13. Le Goff restituisce il favore e mura l’opposto di Vibo: stavolta ferma tutto la panchina Tonno Callipo sotto 13-18. Lecat al servizio prova in extremis a rientrare in gara, e anche con il muro di Costa Vibo risale fino al 19-23, ma è troppo tardi, chiude Rossi sul 25-20.

Latina conferma di riuscire ad esprimere un bel gioco in casa, e di essere in un buon momento dall’inizio del 2018. La prestazione evidenzia un muro granitico che ha chiuso con 13 punti nel fondamentale, premiato MVP Le Goff che mette a terra 11 punti di cui 5 muri. 7 i punti provenienti dal servizio, con Maruotti che ne mette a segno ben 4 a coronamento di una gara giocata ad alto livello. Menzione anche per Sottile, autore di un secondo set straordinario e di una gara in cui ha fatto girare alla perfezione i suoi attaccanti.

La Tonno Callipo ha tenuto botta solo nel primo parziale, troppo poco il solo apporto dello statunitense Patch che chiude da miglior realizzatore dell’incontro con 18 punti. A faticare oltre al servizio, anche la fase di difesa e contrattacco, nonostante il cambio di palleggiatore in corso.

Il decimo posto della Taiwan lascia aperto qualche spiraglio per l’ultima fase di questo campionato, aspettando il risultato di Ravenna distante ora 3 punti impegnata a Padova.

Dopo la sosta per la Coppa Italia in programma il 27-28 Gennaio a Bari, si torna in campo il 4 Febbraio nella proibitiva trasferta di Modena.

Previous post

Auditorium Mario Costa di Sezze, lo spettacolo-mondo “Cantami dell’universo” di Ovidio.

Next post

Femminicidi a Latina: Rosaria Lopez da vittima a simbolo di lotta

Marina Bassano

Marina Bassano

Redattrice