ED AttualitàED CulturaED FotografaED in prima

Latina. Al museo Cambellotti la mostra: “Lupo Alberto, fallo per te e per gli altri” di Silver

 

 

Di Redazione –

Il museo Cambellotti di Latina si prepara ad accogliere i visitatori della mostra di Silver “Lupo Alberto, fallo per te e per gli altri” che aprirà i battenti il primo dicembre in occasione della giornata mondiale per la lotta contro l’AIDS.

La mostra è curata dal Fabio D’Achille, presidente della commissione Cultura del Comune di Latina e consigliere con mandato del sindaco all’arte contemporanea, e dal docente universitario pontino Eugenio Lendaro.

Diciannove tavole in 10 pannelli riassumono il fumetto di Silver contro l’AIDS. La mostra resterà aperta solo per la giornata di domenica, dalle 12 alle 22. Contemporaneamente sempre al Cambellotti ci sarà anche la “U=U HIV 2019 Challenge”, una sfida grafica per studenti.

Perché la giornata mondiale contro l’AIDS?

 “La giornata mondiale contro l’AIDS rappresenta così – scrive l’Onu –  un’importante occasione per promuovere prevenzione e assistenza, combattere i pregiudizi e sollecitare i governi e la società civile affinché vengano destinate risorse appropriate per la cura e le campagne di informazione. Ogni anno, durante la giornata celebrativa si svolgono centinaia di eventi per sensibilizzare ed esprimere sostegno alle persone colpite. La giornata è inoltre un’opportunità per raccogliere fondi e rimarcare la necessità di difendere i diritti delle persone che convivono con l’AIDS.

L’UNAIDS, Programma Congiunto delle Nazioni Unite per l’AIDS/HIV guida la campagna per la Giornata mondiale contro l’AIDS e dal 2004 seleziona il tema della giornata in consultazione con la società civile, le organizzazioni e le agenzie governative coinvolte nella lotta contro l’AIDS.”

 

 

Previous post

Sabaudia, Borgo San Donato. Presentazione del libro: “Mia indimenticabile Consorte … - Dall’epistolario di un Soldato di Bassiano - La Grande Guerra dei Bassianesi” di Massimo Porcelli.

Next post

Latina. Ancora qualche giorno per ammirare la mostra di Land Art “Giardino contemporaneo custode di memorie”

Cora Craus

Cora Craus

Giornalista