ED AttualitàED CulturaED in prima

“Le culture del Novecento tra città di Fondazione e nuovi paesaggi urbani tra passato e futuro”

 

A cura di Cora Craus –

Mercoledì, 18 Aprile 2018 presso il Conservatorio di Latina si terrà un Forum organizzato dall’Ordine degli Architetti di Latina, dall’Istituto Quasar e l’associazione Orizzonti del Novecento Europeo dal titolo Le culture del Novecento tra città di Fondazione e nuovi paesaggi urbani tra passato e futuro”

L’eredità del Novecento, le città di fondazione, ma anche le prospettive future di questi centri urbani, la loro conservazione e il loro sviluppo e una profonda riflessione sulla cultura del periodo in uno dei luoghi in cui si è concretamente rappresentata, saranno al centro della giornata culturale che si terrà il 18 Aprile, presso il Conservatorio di Latina.

Musiche del periodo, poesia, letteratura, una mostra, e soprattutto interventi e dibattiti sulle città di fondazione tra passato e futuro, si snoderanno nell’intera giornata dedicata al Novecento che avrà inizio alle ore 9.00 e terminerà alle ore 18.00.

Il Forum si aprirà con un momento musicale, gli ospiti potranno ascoltare delle registrazioni del Novecento, brani selezionati dagli studenti del Conservatorio di Latina a commento della proiezione d’immagini delle città fondative e dei nuclei romani. Seguirà una tavola rotonda dal titolo: “La cultura del Novecento e i nuovi centri fondativi tra Roma e Latina”.

 Latina/Littoria, Sabaudia, Pontinia, Aprilia, insieme alla bonifica dell’intero Agro e alle architetture dell’epoca sono una testimonianza di grande rilievo, ma al centro del dibattito ci saranno anche le altre realtà laziali “eredità” del Novecento: Pomezia, Guidonia, Colleferro e, interpretandolo come una fondazione urbana, anche il quartiere EUR. La loro storia, la loro conservazione, i problemi attuali e le loro prospettive future saranno al centro dell’incontro e forniranno ulteriori elementi di riflessione sulla cultura del Novecento e sulla nostra cultura contemporanea.

L’intensa giornata proseguirà con singoli interventi di prestigiosi relatori che si occuperanno delle singole città di fondazione, tra questi: il prof. Vieri Quilici, il prof. Francesco Montuori, il prof. Maurizio Morandi e la professoressa Daniela De Anngelis.

Al termine dei lavori, alle ore 17.30, si terrà il concerto di Maria Paola Manzi con musiche di Malipiero, Casella, Respighi e sarà inaugurata la mostra di artisti contemporanei: KZ-SK Konzentration Tragedie e leggi razziali 1938-2018. I partecipanti potranno assistere alla performance sonora di Simone Pappalardo e alla lettura di poesie tratte da “La Favola dell’Autunno” di Nello Rosolini, dedicate al ricordo dell’esperienza vissuta dall’autore nei lager nazisti negli anni di guerra 1943-45.

Il forum dedicato all’eredità artistica del “secolo breve” è stato organizzato dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Latina, dall’istituto Quasar Design University Roma e dall’associazione Orizzonti del Novecento Europeo, con la curatela dell’arch. Massimo Rosolini, del prof. Benedetto Todaro e del prof. Giovanni Papi.

La giornata culturale intende rilanciare questi centri come luoghi del contemporaneo con l’auspicio che dai lavori di ricerca e dalle tesi emerse dagli incontri possano scaturire riflessioni, proposte e collaborazioni da condividere con le realtà locali preposte al governo del territorio.

 

 

Previous post

Lievito 2018, le donne al centro e con loro: musica, arte, letteratura, cinema e teatro.

Next post

Bulli si diventa perché "I bambini non nascono cattivi". Ci spiega tutto la psicologa Maria Tinto

Cora Craus

Cora Craus

Giornalista