ED Abitare l'Agro PontinoED in prima

Sold out al Teatro Europa con Chorus Reunion, Armonie dal mondo. Altro successo per il direttore artistico Rita Nuti

Tutto esaurito all’Europa con Chorus Reunion. Il grande successo firmato Liberi Cantores

Lo spettacolo colossale di cori, organizzato dai Liberi Cantores e presentato dal brillante Johnny Passa, è forse uno degli eventi più imponenti e importanti della città.

Orfeo Atlantida di Barcellona – M° Milen Panayotov, Nisi Vox di Pomezia – M° Roberto Bonfè , Gruppo Corale Cristallo di Roma – M° Ida Piccolanttonio, Coro Savani di Carpi – M° Giampaolo Violi, e, oltre i Liberi, il Coro di Voci Bianche I.C. Pascoli, per realizzare una unica coralità di 200 voci vibranti di passione, bellezza e bravura.

Interpretando brani dal classico, al sacro al popolare gli artisti hanno letteralmente rapito l’intera platea, che ha visto come illustri ospiti stelle dell’universo musicale: il mezzosoprano Chiara Chialli e il critico musicale Dario Salvatori.

Ad accogliere tutti, l’amministrazione di Aprilia, nelle persone di Sindaco Antonio Terra, assessore alla cultura Francesca Barbaliscia e assessore al turismo Vittorio Marchitti, che hanno diretto lo scambio di doni tra le varie associazioni e la città a sugellare il gemellaggio culturale.

Chorus Reunion ha avuto inizio a Roma, presso la Basilica di San Paolo Fuori delle Mura il primo pomeriggio di sabato 19 maggio, per poi seguire la seconda tappa a Pomezia nella Chiesa di San Benedetto e realizzare un gran finale ad Aprilia, città da cui è partito tutto il progetto, avallato da diversi importanti patrocini: Regione Lazio, Provincia di latina, Città di Aprilia, Pomezia, Roma Capitale e Barcellona, Aprilia in Latium e ARCL.

6 cori messi insieme in una rete da una grande capacità organizzativa del direttore artistico Rita Nuti e il suo staff: Katia Sartori, Anselmo Fioratti, Laura Zardi e, non di meno, del presidente della stessa associazione, Maria Pia Fenzi.

Tanto lavoro, tante le cose da sbrigare e pensare, finanche a come intrattenere in Aprilia i gruppi forestieri, per cui è stato realizzato un tour tra la suggestiva tenuta Calissoni-Bulgari e quella della Fattoria Mardaro, dove è stato possibile assaporare alcuni prodotti locali, insieme con il console spagnolo in Italia Seneln Florensa Palau.

Chorus Reunion rimarrà nella storia della cultura della città di Aprilia, anche per il logo che l’ha caratterizzata, opera di Paolo Boccardi.

Nulla è stato trascurato, affinché, al rimpatrio, ciascun singolo elemento di ogni associazione canora ricordi Aprilia, la sua bellezza e accoglienza, desiderando di tornare per riabbracciare vecchi amici in una stretta corale.

Previous post

Latina, due manifestazioni da non perdere “Libertà condizionata: quarant'anni di 194”

Next post

Latina, donne protagoniste con XIX Edizione del Premio "Frumento d'oro"

Marina Cozzo

Marina Cozzo

Giornalista